Cassa integrazione in deroga

Sarà pubblicato entro il 7 aprile il manuale della procedura per fare la domanda.
Chi può fare la domanda

Possono presentare domanda i datori di lavoro del settore privato operanti nel territorio della Regione Basilicata ivi inclusi quelli agricoli, della pesca e del terzo settore compresi gli enti religiosi civilmente riconosciuti, per i quali non trovino applicazione le tutele previste dalle vigenti disposizioni in materia di sospensione o riduzione di orario, in costanza di rapporto di lavoro.
Per datori di lavoro sono da considerarsi anche le associazioni di categoria nonchè i liberi professionisti iscritti all’albo, all’ordine al collegio professionale di competenza.
Non possono fare la domanda i datori di lavoro che fruiscono degli ammortizzatori di cui al Decreto Legge 148/2015 CIGO-CIGS- FIS –FONDI DI SOLIDARIETA’ BILATERALE.
Sono altresì esclusi i datori di lavoro domestico.
I lavoratori beneficiari devono essere in forza alla data del 23 febbraio 2020

operai

impiegati

quadri

Rientrano, altresì, tra i beneficiari del trattamento:

 i soci delle cooperative con rapporto di lavoro subordinato;

 i lavoratori somministrati che abbiano terminato i Fondi di Solidarietà

 gli apprendisti, fermo restando che nell'ipotesi in cui in organico vi siano lavoratori       non apprendisti la sospensione non può essere riferita ai soli apprendisti;

 i lavoratori intermittenti nei limiti delle giornate di lavoro concretamente effettuate secondo la media dei tre mesi precedenti;

i lavoratori agricoli nei limiti delle giornate di lavoro svolte nel medesimo periodo dell’anno precedente ovvero, se l’attività è iniziata in seguito, con riferimento alle giornate lavorate secondo la media dei tre mesi precedenti.

Per i lavoratori è riconosciuta la contribuzione figurativa e i relativi oneri accessori.
Il trattamento di GIG in deroga, limitatamente ai lavoratori del settore agricolo, per le ore di
riduzione o sospensione delle attività, nei limiti ivi previsti, è equiparato a lavoro ai fini del
calcolo delle prestazioni di disoccupazione agricola.

Condividi: