Coronavirus, rinviato il referendum sul taglio dei parlamentari: non ci sono condizioni tecniche

06 Mar2020

Il governo ha rinviato il referendum per il taglio dei parlamentari.

La consultazione referendaria per portare i seggi da 630 a 400 alla Camera e da 315 a 200 al Senato era prevista per il 29 marzo, ma l’emergenza legata al Coronavirus ha obbligato l’esecutivo a optare per un rinvio.

”Non c’è ancora una nuova data, è un rinvio tecnicamente sine die”, ha detto il premier Giuseppe Conte. Sulla nuova data, il presidente del consiglio ha spiegato di volere consultarsi “con i comitati, ma vi confesso che non ho avuto neanche un piccolo spazio per interloquire con loro. Oggi abbiamo valutato dal punto di vista tecnico la fattibilità o meno del referendum. Mi riprometto di sentire i vari comitati perché si tratterà di trovare un’altra data”.

Categorie: 
Condividi: